Recensione Acer Nitro 50, un ottimo desktop gaming PC economico ma con qualche compromesso

Recensione Acer Nitro 50, un ottimo desktop gaming PC economico ma con qualche compromesso

L’abbiamo capito con il monitor Nitro XV273K e lo ritroviamo nel Nitro 50: il punto principale della serie Nitro di Acer, è quello di rendere più accessibili tutti i dispositivi da gaming. E il prezzo di vendita ufficiale lo conferma: varia chiaramente in base alla configurazione scelta, partendo da 1199 euro fino a 1499 euro per la versione più prestante, ma su Amazon talvolta è possibile trovarlo in sconto.

Acer Nitro N50-100 Desktop con Processore Ryzen 5 1400, Ram 16GB, 512GB SSD, Scheda grafica NVIDIA GeForce GTX-1060 6GB (VR ready), DVD RW, Wireless Lan, USB KB&M, Windows 10

Il design del Nitro 50 è piuttosto sobrio, pur mantenendo i tipici segni distintivi dei gaming PC. Il case ha un tema vagamente robotico, con una parte frontale prevalente nera, con una V rossa accesa nella parte superiore. Su ciascun lato della parte frontale del case si trovano due strisce dello stesso colore, che integrano alcune delle porte per la connettività delle periferiche esterne. Il tasto di accensione è posizionato superiormente ed integra un led di colore bianco, e le sue dimensioni lo rendono uno dei desktop da gaming più compatti del mercato.

Ottima la dotazione di porte e connettività. Anteriormente sono presenti uno slot per le schede SD, una porta USB 3.1 di tipo A e una porta USB 3.1 di tipo C, mentre sul retro sono presenti quattro porte USB 2.0 e una coppia di porte USB 3.1, una porta Ethernet, e ingresso e uscita di microfono e altoparlanti.

Inoltre sono presenti tre porte DisplayPort, una porta DVI e una porta HDMI, ma la dotazione di porte video potrebbe variare in base alla configurazione. In ogni caso, c’è sempre la possibilità di connettere i monitor a 4K 144 Hz a due porte DisplayPort per ottenere la banda necessaria.

Resto un pochino perplesso per quanto riguarda l’espansibilità dell’hardware, che è un fattore da non sottovalutare per chi acquista un desktop. Innanzitutto, aprire il case è necessario svitare due viti: certo, è una piccolezza, che però fa sembrare il concetto del Nitro 50 piuttosto “vintage”, considerando che la stragrande maggioranza dei gaming PC desktop ormai si possono aprire con dei meccanismi studiati appositamente. Inoltre, lo spazio interno è piuttosto limitante. Un piccolo fermo tiene in posizione la GPU, le ventole di CPU e GPU sono facilmente accessibili, ma il problema più grave è nel posizionamento degli slot della RAM, appena accanto la ventola della CPU: qualora si volesse aumentare la RAM, utilizzando delle memorie aftermarket, si rischierebbe di acquistare dei banchi troppo spessi per entrare nello spazio disponibile. Inoltre l’hard disk e l’unità ottica sono posti dietro la schermatura, e sono piuttosto difficili da raggiungere per un eventuale upgrade.

La configurazione del Nitro 50 da noi provata, è animata da un processore Intel Core i5, affiancato da 16 GB di memoria RAM, un hard disk meccanico da 1 TB a 7500 RPM, e una scheda grafica Nvidia GeForce GTX 1060 con 6 GB di Nvram. Si tratta di una configurazione più che sufficiente per la maggior parte delle attività, che non ha mai avuto problemi di lag nelle operazioni più comuni, neppure in situazioni con 25 schede aperte in Chrome, inclusi gli streaming di Netflix e Twitch contemporaneamente. Molto interessanti anche i risultati ottenuti su GeekBench, che posizionano ad un livello decente la configurazione del Nitro 50, nonostante quello in prova sia sostanzialmente il modello entry level. Ho infine eseguito la conversione di un video da 4K a 1080p, ed è in questo frangente che il computer di Acer ha avuto qualche tentennamento in più.

Buone anche le prestazioni per i giochi. Con la GTX 1060 e 6 GB di memoria video, il Nitro 50 è un ottimo esecutore di giochi con impostazioni medio/alte. I franerete però, variano chiaramente in base al gioco eseguito e se Terra di Mezzo: Shadow of War riesce ad andare tra i 50 e i 60 fps con impostazioni al massimo, così come GTA V con impostazioni al massimo, giochi come Shadow of the Tomb Raider iniziano a rallentarsi un pochino, scendendo a franerete più prossimi ai 30.

Il prezzo di vendita ufficiale dell’Acer Nitro 50 in Italia, varia a seconda della configurazione scelta. Attualmente sullo store dell’azienda è possibile acquistare la configurazione base a 1199 euro, che prevede un processore i5-8400, 16 GB di ram e una Nvidia GeForce GTX 1050 con 2 GB Memoria Dedicata, oppure la configurazione da 1499 euro, che prevede un processore Intel i7-8700, 16 GB di RAM e una GeForce GTX 1050 Ti con 4 GB Memoria Dedicata. Inoltre, su Amazon è spesso possibile acquistarlo in sconto.

Si tratta tutto sommato di prezzi piuttosto convenienti, che rappresentano un’ottima scelta per chi vuole avvicinarsi al mondo dei gaming PC senza spendere un patrimonio. Certo, per poter vendere questi computer a prezzi così concorrenziali sono stati necessari dei compromessi, ma tutto sommato per dare una valutazione giusta bisogna considerare il target d’utenza al quale sono rivolti e, facendolo, eccetto la difficoltosa possibilità di espansibilità, il Nitro 50 di Acer non è poi così male. Anzi.

Fonte: Recensione Acer Nitro 50, un ottimo desktop gaming PC economico ma con qualche compromesso